IL REGNO DEL CINGHIALE

lyrics by Mazza
(© 1991 – SkrotoSound Diski)

ORCO
Me ne sbatto di tutto Non mi sconforto di certo Influenza tua madre Prima di questo concerto Ragnatele mi avvolgono Oscurano la mia integrità Ero già un po’ deviato Ora subisco
Sono un Orco
Chi più chi meno siamo tutti animali Con debolezze sempre pronti a negare C’è chi ha lo scroto al posto del cervello Ragionamenti fatti con l’uccello
Con cosa? Con l’uccello Al posto Del cervello
Orco, Orco
Me ne sbatto di tutto Non mi sconforto di certo Influenza tua madre Prima di questo concerto Ragnatele mi avvolgono Oscurano la mia integrità Ero già un po’ deviato Ora subisco
Sono un Orco
Non leggo più il giornale neanche a carnevale Lì sembra tutto brutto o forse bello La vita equilibrata provoca dolore Ragionamenti fatti con l’uccello
Con cosa? Con l’uccello Al posto Del cervello
Orco, Orco

SUDO MA GODO
Dai, dividi il letto tuo con me Lo so non è la prima volta per te
Vieni, vedrai che t’accontenterò
Rude e insieme tenero sarò
Credi soltanto una pazza potrebbe rifiutar
Perchè mi chiamano mazza adesso capirai
Ora io lo sguinzaglierò Come un falco sulla preda mi accaniro
Ma tu in modo strano guardiverso me Ridendo mi dici tutto qui
L’ingenuo sono io che ti credevo matta
Mi sono accorto che hai toccato più palle di Panatta
Sudo ma godo
Sudo ma godo

AGGUATO A CONDOR PASA
Rosso di sera bel tempo si spera Brividi gelidi a Pontedera Occhio non vede cuore non sente Anche i cinesi stanno in Oriente Chi si loda s’imbroderà chi muove foglia goda Tutto il mondo è paese a digiuno per un mese
Una mano lava l’altra Una mossa molto scaltra Tira l’acqua al tuo mulino bevi il vino contadino Dopo la pioggia viene il sereno splende nel cielo l’arcobaleno Morte desiderata sta cent’anni per la casa
Agguato a condor Pasa

DEPRAVADO
Passerò sotto le scale Coprirà il mondo di sale
Fermo o no col gatto nero I coglioni al cimitero
Ti spazzano i piedacci e tu che cosa faiSenz’altro non li laverai
Crocioni sopra il letto ombrelli aperti in casa Facciamoci la masa
Due sono le corna quattro è la bara Che senza il corpo è solo tara
Se male o bene diciassette porterà Che cosa ce ne fregherà
Depravado, Depravado
Non mi fa paura il male La mia iella è normale
La sfortuna è contagiosa Più di una cosa pelosa
Maledizioni che rimbalzano qua e là Fatture malocchi e malie
Streghe magoni e fattucchiere ovunque vai Fai solamente i riti tuoi
Tarocchi e carte contro negatività E fugge dalla realtà
I talismani in quel posto metterò Per sempre là li lascerò
Depravado

FARNETICANTE
Son solo sto male qui In questa mia stanza Io devo distrarmi un po’ Pensare no
Perchè sono chiuse le case di tolleranza
Le donnine ora Ti fanno star bene Senza di loro Tu non puoi restare
Tutte inquadrate lungo il viale Sulla coda mettigli del sale
Le puttane danno un senso a questa vita dura
Evitiamo Io sfacelo la rovina sicura
Un po’ di fatica Un po’ di sostanza
Apriamo le case di tolleranza
Apriamo le case di tolleranza

….COME UNA IENA
Sono inkazzato come una iena E ti spezzo in due la schiena
Io ti faccio tanto male Perchè sono un animale
Io ti brucio a fuoco lento Senza traccia di sentimento
Con un gesto son sicuro Per eterno vaffanculo!!
Inkazzato
Inkazzato
Inkazzato!!!!

CAZZI DI PANE
se ho un disturbo un motivo c’è io mi travaglio pensando a te
e non ho pace con te io rutto ma devo toglierti d’addosso tutto
non ti vedo non ti sento non ti voglio capire esci dalla mia esistenza non me la menare sono fiero del mio dito delle sue mammelle sane son servito e riverito nelle tazze di rame le tazze di rame
cazzi di pane
cazzi di pane per voi!
lo mi rivesto chissà perchè nulla di fatto neanche per te e quando pronto quando va ben io ti domando dov’è il bidet
umiliato come un mulo che bastonato raglia tu lo sai che non hai vinto la guerra ma solo una battaglia sono fiero del mio dito delle sue mammelle sane son servito e riverito nelle tazze di rame le tazze di rame
cazzi di pane
cazzi di pane per voi!

SARCOMA
Il gas lo smog mi fotte la gola La siccità danneggerà E questo traffico ed il caos Morte provocherà
Non sperare ormai Di vecchiaia non morirai Atrazina, raggi X, bombe H, la DC
Camperai da pellegrino A scatolette di suino Metanolo, DDT, i fosfati, Chernobyl
L’aria è impregnata di diossina Gente deturperà La fine è sempre più vicina Chi ce l’ha fatto far
Non lo dici ma lo sai Tutti in culo andremo vai Atrazina, raggi X, Bombe H, la DC
Perirai dice il destino Tornerai un babbuino Metanolo, DDT, i fosfati, Chernobyl
Sarcoma!

HEADO
La strada è lunga Rido e guardo un ulivo Poi vado avanti Dove non lo so
Vedo uno scania che mi viene addosso Se non lo schivo mi romperò l’osso
Succhia e paga la mossa Camionista bastardo
Heado
dite non mi fido
Heado
Riapro gli occhi e poi Son disteso in un letto E mi viene il sospetto Di essere rotto
Sono gonfio di fratture Distorsioni incrinature Sono tutto massacrato Con il cranio lesionato
Heado
dite non mi fido
Heado

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: